Che senso ha ottenere clic, se poi la permanenza su una pagina web non è sufficiente a permettere al messaggio di centrare il bersaglio di comunicazione desiderato ?
Proveremo a capire, per mezzo di questo post, quale sia la lunghezza ideale che dovrebbero avere i differenti contenuti per il web, e lo faremo grazie alle informazioni e ai consigli riportati da Maria Grazia Tecchia, content creator professionista con una smisurata passione per qualsiasi complemento tecnologico (smartphone, tablet, ecc.) e da me rielaborati.

Ci serviremo pure di una arguta infografica (visibile in basso), creata dal blog SumAll, e con l’ausilio degli utilissimi tool di Buffer.
In questa divertente infografica l’infinito mondo di internet, figura come uno zoo, popolato da diversi animali, ciascuno di essi con le proprie caratteristiche e dimensioni. Da questa prospettiva, ogni tipo di contenuto dovrebbe essere abbastanza lungo da poter trasmettere il messaggio. Ragion per cui, la lunghezza ideale non esiste: in un messaggio va usato il numero di parole giusto per trasmettere il senso con chiarezza.

Partiremo proprio dai testi postati sui social network, per capire qual è la lunghezza ideale per i diversi tipi di testi che è possibile incontrare sul web.

La lunghezza di un post su Twitter, Facebook e Google Plus.

Twitter: i post più corti di 100 caratteri hanno generalmente un riscontro maggiore del 17%.
Facebook: i post con soli 40 caratteri hanno l’86% di engagement (coinvolgimento) in più rispetto ai post più lunghi.
Big G: soli 60 caratteri, per coinvolgere il lettore e motivarlo a proseguire nella lettura.

La lunghezza ideale dei diversi paragrafi.

Per i paragrafi di apertura di un contenuto web devono presentarsi con font larghi e pochi caratteri per riga. È molto importante l’aspetto visivo, perché consente al lettore di leggere, focalizzare o di saltare da una riga all’altra, così da poter reperire le informazioni necessarie con praticità.

La lunghezza ideale del dominio.

Certamente i migliori nomi di dominio sono generalmente brevi, tali da poter essere ricordati facilmente, e che hanno estensione .com. È bene evitare l’utilizzo di trattini o troppi numeri. Da bandire assolutamente i domini formati solo da numeri.

La lunghezza ideale di un hashtag.

Gli hashtag sono degli elementi molto importanti nel mondo del web. Sono molto utili per ordinare ed etichettare i temi trattati, e consentono di reperire i diversi post su precisi argomenti. La lunghezza di un hashtag deve essere di 6 caratteri, non devono contenere spazi né contenere caratteri speciali, non devono iniziare con un numero e non possono contenere solo numeri. Attenzione agli slang ! Possono fa perdere efficacia al potere catalogatore dell’hashtag.

La lunghezza ideale dell’oggetto delle e-mail.

Le statistiche ci suggeriscono che l’oggetto della mail con un numero di caratteri compreso tra 28 e 39 in totale portano alla conseguente apertura del messaggio con una media di 12.2% di volte in più rispetto alle altre.

La lunghezza ideale del titolo di un post: quanti caratteri?

La lunghezza del titolo di un blog post conta molto in Rete: il tag title, di norma non dovrebbe superare i 57-58 caratteri, in altri casi verrà accorciato automaticamente o trinciato dai motori di ricerca. Google non perdona.

La lunghezza ideale del titolo di un post: quante parole?

Il numero di parole ideale per il titolo di un post è di 6. Perché, in un titolo, solo le prime tre e le ultime tre vengono tendenzialmente lette; quindi è bene focalizzarsi non solo sulla lunghezza del titolo ma anche sul numero di parole.

La lunghezza ideale per i post su LinkedIn.

Soltanto 16-25 parole per post, che aumentano a 21-25 quando ci si rivolge in particolare ai consumatori. Orientativamente, questo numero di parole, sembra abbiano maggiori riscontri e più condivisioni da parte degli utenti.

La lunghezza ideale per un articolo di blog.

L’infografica proposta fissa a 1.600 parole la lunghezza ideale. Il 74% dei post che ottengono maggior attenzione da parte dei lettori, vengono scritti in modo tale che, al fine di essere letti per intero, vengono impiegati meno di 3 minuti. Ma il 94% dei post più letti sono così lunghi, che necessitano 6 minuti per una lettura completa.

La lunghezza ideale di un video, e di un podcast.

In realtà come quella di You Tube, i video che rientrano nella top 50 della piattaforma durano in media 2 minuti e 54, come è riportato nella infografica qui acclusa. Per i podcast invece, è stato scientificamente provato da studi condotti in un college che, chi ascolta una lezione in media per 15-20 minuti l’attenzione da parte degli studenti per la lezione calerà drasticamente. Quindi la durata di un podcast deve essere di 22 minuti circa. Bisogna approfittare di questo lasso di tempo per concentrare il meglio di ciò che si vuole comunicare.

Pierangelo Saia